Dolomiti Friulane, da accordo Stato-Friuli altri 4 mln a comuni

#ReadyToPlay

23 Maggio 2021 ITALPRESS 0
Dolomiti Friulane, da accordo Stato-Friuli altri 4 mln a comuni

TRIESTE (ITALPRESS) – “Con la prossima sottoscrizione dell’accordo con lo Stato affluiranno per l’Area delle Dolomiti Friulane altri 4 milioni di euro destinati al miglioramento dei servizi, secondo una progettazione di azioni che è stata condivisa con il territorio”. Lo ha detto oggi l’assessore alla Montagna del Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier, a commento dell’approvazione da parte della Giunta dell’Accordo di programma-quadro finalizzato alla definizione degli interventi relativi alla Strategia Aree interne per l’Area delle Dolomiti Friulane, il cui testo è stato definito e concordato di concerto con l’Agenzia per la Coesione territoriale e i Ministeri competenti.
Nel dettaglio, come ha spiegato lo stesso Zannier, gli interventi riguarderanno prioritariamente gli otto Comuni dell’Area del progetto: Barcis, Cimolais, Claut, Erto e Casso, Frisanco, Meduno, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto; ai quali si vanno ad aggiungere anche i Comuni dell’area strategica: Arba, Cavasso Nuovo, Fanna, Maniago, Sequals, Vajont e Vivaro.
Come puntualizzato dall’assessore, la Strategia nazionale per le Aree interne, finanziata tramite risorse Feasr, Fesr, Fse e statali, persegue l’obiettivo di rallentare lo spopolamento di quelle aree caratterizzate da gravi fragilità socio-demografiche.
Due le categorie di azione: interventi sperimentali di sviluppo locale (fondi europei) e iniziative di miglioramento dei servizi essenziali per i cittadini (risorse statali per gli ambiti dell’istruzione, della salute e della mobilità).
“Va detto che gli obiettivi da portare avanti con i Comuni – ha aggiunto Zannier – sono stati individuati e condivisi attraverso un percorso che ha visto coinvolti gli stessi Enti locali, oltre ai rappresentanti della realtà sociale, e sono stati raccolti nel documento di strategia ‘La montagna, nuova opportunità’”.
“Prosegue quindi – ha concluso l’assessore – il costante impegno della Regione per la montagna, che sarà esclusiva protagonista anche nella prossima programmazione 2021/2027 della Strategia Aree interne nazionale, per la quale abbiamo già compiuto tutti i passi necessari al fine di ricomprendere nella futura programmazione anche quei comuni oggi esclusi”.
(ITALPRESS).