Il Milan si salva in extremis, il Verona batte il Parma

#ReadyToPlay

2 Luglio 2020 ITALPRESS 0
Il Milan si salva in extremis, il Verona batte il Parma

Il Milan evita la sconfitta in extremis a Ferrara, va al Verona lo scontro diretto in chiave Europa League col Parma mentre il Sassuolo passa al Franchi e la Samp fa sua la sfida salvezza col Lecce. Dopo gli anticipi che hanno visto ieri le vittorie di Juve (3-1 al Genoa) e Lazio (2-1 sul Torino) e, in prima serata, il 6-0 dell’Inter ai danni del Brescia e il pari fra Bologna e Cagliari, il blocco delle 21.45 vede su tutti il 2-2 dei rossoneri sul campo della Spal. La partita si mette male per il Milan al 13′ quando, sugli sviluppi di un corner dalla sinistra, si accende una mischia in area e Valoti trova il tocco vincente. Piove sul bagnato in casa rossonera visto che Pioli perde per infortunio Castillejo, e alla mezz’ora ecco il raddoppio degli estensi con un destro dai 30 metri di Floccari la cui parabola si infila alle spalle di Donnarumma. Poco prima dell’intervallo un brutto intervento di D’Alessandro su Theo Hernandez viene sanzionato col rosso lasciando la Spal in dieci ma solo nel finale il Milan riesce a raddrizzare la gara: Leao accorcia, poi al 94′ lo sfortunato autogol di Vicari. I rossoneri riescono così a evitare l’aggancio del Verona, che batte 3-2 il Parma. Un gioiello di Kulusevski accende la sfida del Bentegodi: al 13′ il talento svedese viene servito in area, resiste a un primo contrasto, supera anche Rrahmani e fredda Silvestri. Nel recupero del primo tempo, però, fallo di Bruno Alves su Di Carmine che dagli undici metri fa 1-1. La rimonta dell’Hellas si completa al 9′ del secondo tempo con un gran tiro di Zaccagni dal limite ma nel giro di dieci minuti ecco Gagliolo approfittare di una corta respinta di Silvestri per il 2-2. A nove minuti dalla fine, però, micidiale contropiede degli scaligeri e sigillo di Pessina. Male la Fiorentina, travolta in casa per 3-1 dal Sassuolo. Al Franchi partenza a razzo dei neroverdi, Dragowski ci mette più di una pezza ma nulla può sul rigore battuto da Defrel e assegnato dopo un fallo di Castrovilli su Djuricic. E al 36′ lo stesso Defrel, pescato in mezzo all’area tutto solo da Boga, si ripete siglando il raddoppio. I viola non si arrendono, Pezzella colpisce un palo ma ecco il tris di Muldur che mette definitivamente in ginocchio la Fiorentina, a segno solo nel finale con Cutrone. In coda prezioso successo al Via del Mare della Samp per 2-1 sul Lecce. La partita si sblocca al 40′: Tachtsidis da dietro su Jankto sotto gli occhi dell’arbitro che indica il dischetto, calcia Ramirez che con un po’ di fortuna porta avanti i suoi. Di rigore anche il pari a inizio ripresa dei salentini: fallo di Thorsby su Saponara e Mancosu non sbaglia. A ridosso della mezz’ora nuovo penalty, ancora per i blucerchiati, e doppietta personale per Ramirez. Domani gli ultimi due incontri che chiuderanno il 29esimo turno: alle 19.30 Atalanta-Napoli, alle 21.45 Roma-Udinese.
(ITALPRESS).