Isola “Ruolo mescole fondamentale per strategie”

#ReadyToPlay

6 Luglio 2020 ITALPRESS 0
Isola “Ruolo mescole fondamentale per strategie”

“Sulla strategia hanno influito molto i periodi di safety car, con i team chiamati a reagire rapidamente alle circostanze di gara. Diversi piloti hanno cambiato tattica, passando da una a due soste, in una gran premio particolarmente vivace. Le prestazioni di tutte e tre le mescole sono state in linea con quanto avevamo previsto e hanno giocato un ruolo fondamentale grazie un’ampia varietà di strategie”. Questa l’analisi del responsabile F1 e Car Racing Pirelli, Mario Isola, al termine del Gran Premio d’Austria vinto da Valtteri Bottas grazie a una strategia soft-hard, la migliore sulla carta. Il pilota Mercedes si è fermato durante il primo periodo di safety car, mantenendo la prima posizione dal primo all’ultimo giro. Un altro periodo di safety car più lungo ha permesso a numerosi piloti di fermarsi per il secondo pit stop. Le due Mercedes di Bottas e Hamilton sono rimaste in pista, a differenza dei diretti rivali per il podio che si sono fermati. La prima safety car è stata il punto di svolta della gara, con quasi tutti i piloti a fermarsi per il primo pit stop, scegliendo le hard nel secondo stint. Unica eccezione la Racing Point di Sergio Perez, su C3 medium fino alla 6° posizione finale. Charles Leclerc (2°) e Lando Norris (3°) hanno usato tutte e tre le mescole disponibili.
Ecco nel dettaglio come si sono comportati i pneumatici: HARD C2: Scelti da tutti i piloti (tranne Perez), i pneumatici hard sono stati fondamentali per un secondo stint più lungo. Romain Grosjean è il primo ad averli scelti dopo un testacoda a inizio gara.
MEDIUM C3: Usati al via da tutti i piloti fuori dalla top-10 e da Max Verstappen, partito 2° con una strategia diversa rispetto ai diretti rivali. Lando Norris (McLaren) ha ottenuto il punto extra grazie al giro veloce in gara su medium C3, firmato al 71esimo giro.
SOFT C4: Usati soprattutto per il primo stint, con la finestra per il pit stop durante la prima safety car, e anche nell’ultima parte di gara. Alcuni piloti hanno terminato il gran premio su questa mescola, sfruttando le prestazioni extra nello sprint finale dopo l’ultima safety car.
“Congratulazioni a Lando Norris per il suo primo podio in Formula 1 e per aver ottenuto il giro veloce in gara. È un inizio di stagione molto difficile e particolare, segnato dalla pandemia di Covid-19, ma molto emozionante. Non vediamo l’ora della prossima gara allo Spielberg”, ha aggiunto e concluso Mario Isola.
(ITALPRESS).