Pirelli verso circuito Jerez, decima tappa del Mondiale

#ReadyToPlay

21 Settembre 2021 ITALPRESS 0
Pirelli verso circuito Jerez, decima tappa del Mondiale

ROMA (ITALPRESS) – Dopo nove round che hanno saputo regalare a tutti gli appassionati gare piene di spettacolo e colpi di scena, la corsa ai titoli iridati della classe Superbike è più aperta che mai, con Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) in testa alla classifica con 399 punti, a una sola lunghezza di vantaggio dal Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR). Il circuito di Jerez, prossima tappa del Mondiale, si presenta con una composizione variegata, lunghi rettilinei pari al 70% del circuito e curve lente alternate a tratti veloci. Il rettilineo di arrivo, lungo 600 metri, presenta una larghezza pari a 12 metri, leggermente più ampia rispetto al resto della pista, dove la larghezza è di 11 metri. Così come l’aspetto del tracciato, anche il raggio di curvatura è variabile, e va dai 30 ai 116 metri. Diverse anche le pendenze, con quella laterale massima del 7,46% in uscita dalle curve 2, 6 e 13, mentre quella minima è del 4,70% alle curve 4 e 12. Una serie di curvoni a percorrenza veloce, come per esempio la curva 4, 5 e le tre curve in successione sulla destra nell’ultimo settore potrebbero mettere a dura prova i pneumatici, soprattutto l’anteriore che deve saper trasmettere una sensazione di fiducia al pilota. Anche l’escursione termica a cui è normalmente soggetta la cittadina andalusa potrebbe rappresentare una criticità nella scelta della soluzione ottimale, e dunque la versatilità che i pneumatici possono offrire diventa quindi un fattore rilevante. Nella classe WorldSBK i piloti avranno a disposizione sia soluzioni di gamma che svariate soluzioni di sviluppo, alcune già molto conosciute e consolidate come favorite tra i piloti ed altre inedite, frutto dell’esperienza maturata durante il Campionato Superbike in corso ed il feedback raccolto da parte di teams e piloti a partire dall’inizio della stagione. La classe regina a Jerez avrà a disposizione tre soluzioni anteriori slick, due di sviluppo ed una soluzione di gamma. In aggiunta alla soluzione di sviluppo SC1 A0721, Pirelli mette a disposizione dei piloti la soluzione di sviluppo SC1 in specifica A0674. Quest’ultima utilizza la stessa mescola della soluzione di gamma SC1 con una modifica nella struttura al fine di aumentare il feeling e la fiducia in fase di ingresso curva e in massimo angolo di piega. L’ultima opzione per l’anteriore è la soluzione SC1 di gamma, protagonista della domenica del round di Barcellona. Per quanto riguarda le opzioni posteriori, alla ben conosciuta SCX di sviluppo in specifica A0557 si affiancano la soluzione di gamma SC0 e la soluzione morbida di sviluppo SC0 in specifica A0415, che debutta qui a Jerez. Quest’ultima unisce la struttura dell’apprezzata SCX A0557 con la mescola della SC0 di gamma, per offrire maggior supporto in fase di trazione oltre che maggior costanza di rendimento sulla distanza. L’ultima opzione posteriore è rappresentata dal pneumatico da Superpole in specifica Y0449 che permetterà ai piloti di effettuare nel corso della Superpole un giro lanciato alla ricerca del miglior tempo assoluto per posizionarsi in griglia di partenza. Come sempre, in caso di maltempo, i piloti avranno a disposizione pneumatici da pioggia e intermedi di gamma, ai quali si aggiunge al posteriore la specifica da bagnato X1251, presentata lo scorso anno a Magny-Cours e molto apprezzata dai piloti. Nella categoria WorldSSP saranno invece cinque le soluzioni da asciutto a disposizione dei piloti, tre anteriori e due posteriori, quasi tutte di gamma. Per l’anteriore ci saranno a disposizione dei piloti una soluzione in mescola morbida SC1 di gamma, una in mescola media SC2 di gamma, che rispetto alla prima permette più resistenza all’usura, ed una soluzione di sviluppo SC1 in specifica A0460, che rispetto alla soluzione di gamma dovrebbe migliorare il feedback in massimo angolo di piega e dare maggiore supporto in ingresso curva. Per quanto riguarda il posteriore, i piloti della classe WorldSSP avranno a disposizione le soluzioni della gamma slick in mescola super morbida SCX ed in mescola morbida SC0. Nella classe Supersport, c’è una novità riguardo alle soluzioni da bagnato: in caso di maltempo i piloti della classe intermedia avranno infatti a disposizione, per quanto riguarda il pneumatico posteriore, anche la soluzione di sviluppo X1251, fino ad oggi riservata esclusivamente alla classe regina.
(ITALPRESS).