Dal governo maltese un piano da 900 mln per famiglie e imprese

#ReadyToPlay

Dal governo maltese un piano da 900 mln per famiglie e imprese

9 Giugno 2020 ITALPRESS 0

Una estensione del supplemento salariale fino a settembre, un voucher di 100 euro per ciascun residente maltese che ha piu’ di 16 anni, tasse piu’ basse sulla vendita di proprietà e riduzione dei prezzi del carburante sono tra le misure annunciate dal primo ministro maltese Robert Abela questa sera.
Il pacchetto finanziario costerà al governo maltese circa 900 milioni che intende recuperare attraverso l’emissione di obbligazioni locali.
Abela, che stava annunciando una nuova serie di incentivi economici per affrontare l’impatto del COVID-19 sull’economia maltese, ha difeso la decisione del suo governo di non decidere su un blocco totale durante la pandemia, affermando che avrebbe portato l’economia di Malta a un punto morto. Invece, secondo il premier, Malta è ora in grado di recuperare.
Abela ha inoltre annunciato che le imprese possono ricevere un massimo di 2.500 euro per coprire gli affitti tra luglio e settembre, con una allocazione di 50 milioni. Il governo ha deciso di sussidiare le bollette dell’elettricità e dell’acqua per luglio, agosto e settembre a quegli enti commerciali che sono stati duramente colpiti dalla pandemia.
Il governo maltese sta cercando di dare impulso al settore delle costruzioni, che per Abela “ha mantenuto l’attivita’ economica” durante la pandemia. L’imposta di bollo sarà ridotta dal 5% all’1,5% per gli acquirenti e dall’8% al 5% per i venditori, per proprietà con valore fino a 400.000 euro.
Il governo offrirà un voucher di 100 euro a tutti i maltesi e gozitani di età superiore ai 16 anni. 80 euro potranno essere utilizzati in alberghi, ristoranti e bar, mentre i 20 potranno essere utilizzati in negozi che erano chiusi durante la pandemia. Il ministro dell’economia, Silvio Schembri, ha osservato che l’anno scorso i maltesi hanno speso tanto in turismo interno in un anno, quanto in turismo all’estero in un solo mese – circa 50 milioni. Con questo in mente, il governo maltese ha voluto dare una spinta al turismo interno.
I prezzi del carburante saranno ridotti di 7 centesimi per litro. A partire dal prossimo lunedì un litro di benzina costerà 1,34 euro, mentre un litro di gasolio sarà 1,21.
Il ministro delle finanze Edward Scicluna ha osservato che il governo maltese aveva già eseguito un programma finanziario ‘generoso’ per il 2020 prima della pandemia. “L’economia di Malta ha subito un duro colpo, ma è rimasta a galleggiare”, ha detto Scicluna.
Il governo maltese prevede che quest’anno il deficit raggiungerà il 7% del PIL.
Scicluna ha aggiunto che l’impatto economico della pandemia ha causato tre minacce principali: un calo della domanda, interruzione di fornitura e un calo dei consumi quando le persone sono rimaste a casa, lontani dai negozi.
Un totale di 5.700 famiglie hanno beneficiato di una moratoria sui rimborsi dei prestiti.
Le coppie che hanno dovuto annullare il loro matrimonio a causa della pandemia possono ricevere un rimborso su tutti i pagamenti di deposito che possono aver effettuato, fino a un massimo di 2.000 euro a coppia.
Le prestazioni lavorative, per i genitori a basso reddito, sono aumentate di 50 euro per figlio per genitori single, 80 per figlio per coppie con un genitore lavoratore e 100 euro per figlio per una coppia che lavora. Le famiglie che ricevono l’indennità di lavoro riceveranno 250 euro in piu’.
Tre milioni sono stati assegnati per aiutare le organizzazioni non governattive a compensare la perdita di donazioni e attività di raccolta fondi; 2 milioni devono essere assegnati alle case per anziani, per compensare le spese sostenute per affrontare la pandemia.
Per le imprese locali che non hanno potuto sfruttare appieno le licenze commerciali pagate per quest’anno, il governo maltese rimborserà le licenze per quest’anno, al costo di 5 milioni.
I crediti d’imposta di cui le imprese possono beneficiare dall’agenzia Malta Enterprise saranno in parte convertiti in sovvenzioni. Le imprese a Malta possono ricevere fino a 2.000 euro, quelle a Gozo fino a 2.500 euro.
Le aziende che desiderano cambiare o aggiornare il proprio modello di business per affrontare le sfide presenti e future possono ricevere fino a 5.000 per aiutarli a farlo attraverso un schema offerta dal Malta Enterprise.
Un altro schema sarà assegnato a ulteriori 5 milioni per aiutare le aziende a svolgere corsi di formazione interna.
Le tariffe portuali saranno ridotte di un terzo per 6 mesi.
Le aziende che cercano di lanciare campagne promozionali digitali per esportare i loro prodotti riceveranno fino a 10.000 euro – coprendo la metà dei loro costi – dall’agenzia Trade Malta. Trade Malta rimborserà anche l’80% dei costi per le aziende che hanno cancellato la loro partecipazione a fiere all’estero a causa della pandemia.
10 milioni sono stati assegnati a una garanzia di credito all’esportazione, per aiutare a coprire i rischi per le aziende che cercano di espandersi nei mercati dell’Africa o dell’America Latina.
Le aziende del settore delle costruzioni possono ricevere fino a 200.000 per aggiornare i loro macchinari, con il governo che stanzia 4 milioni per questa iniziativa.
(ITALPRESS).