Nasce in Puglia “Rete Secolario”, una nuova visione del turismo

#ReadyToPlay

19 Gennaio 2022 ITALPRESS 0
Nasce in Puglia “Rete Secolario”, una nuova visione del turismo

BARI (ITALPRESS) – Nasce in Puglia “Rete Secolario”, rivolgendo una precisa attenzione sulla cooperazione delle microimprese, che puntano alla promozione di una offerta turistica tra identità correlate e provenienti dal territorio, unite da scopi comuni: divulgazione della conoscenza del territorio in maniera sostenibile e culturalmente orientata, valorizzazione e diversificazione dell’offerta turistica, sostegno alla destagionalizzazione, innalzamento del livello quali/quantitativo dell’offerta turistica. Il piano marketing e promozione del Progetto saranno presentati nel corso di una conferenza stampa, alle ore 11 del 27 gennaio, presso la sala Polifunzionale dell’Azienda Cazzetta, a Palmariggi, in provincia di Lecce.
Ad oggi i soggetti aderenti alla rete sono operatori degli ambiti turistico, agroalimentare, culturale, tra cui Masseria Alti Pareti, Azienda Agricola Cazzetta Roberto, Terra d’Otranto, Il Vecchio Frantoio, Numaturismo, Azienda Cazzetta Francesco.
Imprenditori agricoli, produttori del settore alimentare, imprenditori nel settore ricettivo “uniti e proattivi nell’accoglienza di un nuovo concetto di interazione turistica che sia proiettata al risalto della Puglia come terra da abitare più che da visitare – si legge in una nota -. L’idea è di avere messo a sistema le attività e specificità delle imprese del raggruppamento, per comporre un viaggio lento, contrastante con la freneticità della vita quotidiana, percorrendo itinerari tra le campagne salentine, percorsi emozionali in grado di promuovere i prodotti agricoli, l’enogastronomia e la cultura del Salento centro-orientale, nell’entroterra idruntino, rappresentanti da un’offerta turistica valida, riconoscibile, di qualità elevata ed omogenea con forte originalità, capace di valorizzare il patrimonio culturale e umano del territorio attraverso un meccanismo inclusivo”.
“Il viaggio di ‘Rete Secolariò – sottolineano i promotori -, non rappresenta la destinazione, ma il vivere motivazionale un’esperienza unica e irripetibile… dove si fonde il rapporto, l’interazione tra il nostro ospite e i luoghi delle persone con i propri usi, costumi, ma soprattutto l’intimità delle emozioni comuni da vivere. La nostra filosofia si fonda essenzialmente sulla storia fatta di volti, incontri, testimonianze, racconti, narrazioni che si arricchisce continuamente in sinergia con i territori in cui sono inserite. Questo è l’approccio, non è sempre così scontato trovare un luogo ove poter sentirsi a casa e vivere esperienze arricchenti e di valore. Nel corso degli anni il nostro Team si è preoccupato di studiare proposte originali ed esclusive per permettere agli ospiti di conoscere le essenze del territorio ed entrare in contatto con le realtà locali, instaurando rapporti e legami che lasciano il segno nella propria vacanza. La nostra proposta ‘esperienzialè, quindi, è la relazione che crea emozione, che permette al nostro ospite di ritornare per il piacere della conoscenza unica di un territorio, di un piatto, della storia, di un evento, attraverso la condivisione e lo scambio e grazie alla memorabilità e autenticità dell’esperienza vissuta con la ‘gentè. Quindi si può tranquillamente affermare che nella nostra proposta di turismo esperienziale il prodotto non sono (solo) i servizi ma le persone, un’esperienza indimenticabile, unica legata ai Luoghi”.
“Siamo passati dal turismo classico al Turismo Esperienziale, che oggi si configura come uno dei più importanti asset economici del XXI secolo – proseguono i promotori del Progetto -. L’offerta è ampia, e sarà raccolta e organizzata in percorsi dell’entroterra, come il percorso dell’olio Extravergine di Oliva e dei Frantoi Ipogei articolato a partire del Parco degli Ulivi Secolari e poi in tutta la Terra d’Otranto, il percorso delle chiese rupestri, dove tutto il Salento ricco di insediamenti rupestri, cripte, chiese e ipogei, rappresenta un giacimento culturale rurale inesplorata completamente mimetizzato ed inglobato nella biodiversità delle essenze mediterranee e ancora dopo una passeggiata tra biodiversità e testimonianze di un’agricoltura antica, il turista potrà immergersi nell’arte manifatturiera salentina e degli antichi mestieri con i percorsi esperenziali di tessitura, lavorazione della terracotta e della carta pesta, scoprire la magia delle luminarie salentine, tra botteghe, antichi negozi e laboratori dell’artigianato”.
“Rete secolario – evidenziano i promotori – valorizza il territorio locale andando oltre la normale mappa della città, regalando ai suoi ospiti una mappa del quartiere, delle attrazioni e degli eventi frequentati dalla gente del posto. Nei prossimi anni l’offerta turistica della regione Puglia è chiamata a caratterizzarsi sempre più in forma di green economy, con una specifica attenzione ai temi del turismo sostenibile. In particolare, per questo Rete Secolario ha attrezzato le condizioni per stimolare la produzione di un assortimento di linee di offerta capaci di rispondere alla richiesta di turismi green e slow, in coerenza con la più complessiva strategia regionale di sviluppo sostenibile e di smart specialization. Una delle priorità della Rete Secolario sarà quella di creare e promuovere nuovi servizi per il marketing turistico e l’internazionalizzazione: Progettazione di itinerari turistici, Creazione di reti fra operatori locali, Promozione di azioni di coordinamento degli attori della Rete, offerta agli operatori Locali che vorranno far parte della rete di strumenti e competenze per la pianificazione, la governance e la progettazione, azioni di tutela e di valorizzazione dei prodotti dell’area, organizzazione, coordinamento e promozione di interventi di formazione, informazione e aggiornamento per gli operatori e per i giovani nei settori del turismo, enogastronomia e artigianato da coordinare all’interno dell’Accademy Secolario, Consulenza in marketing turistico, web marketing e destination management, supporto alle aziende nelle azioni di vendita on line e nei processi di internazionalizzazione, organizzazione di workshop BtoB, educational, eventi culturali ed iniziative di Sviluppo Turistico locale, supporto agli operatori locali nell’azione di coordinamento degli eventi”. “Rete Secolario – concludono – propone un’offerta turistica prima di tutto organizzata e, di conseguenza, competitiva, in grado di attrarre un turismo internazionale, con l’obiettivo di garantire una sostenibilità ambientale e sociale nel lungo periodo, ovvero una migliore qualità della vita e soprattutto l’accentramento delle attività di Destination Management a livello sovra-comunale”.
(ITALPRESS).