Cdm Fioretto: A Parigi 2° Luperi e 3° Foconi

#ReadyToPlay

16 Gennaio 2022 ITALPRESS 0
Cdm Fioretto: A Parigi 2° Luperi e 3° Foconi

PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – La prima tappa di Coppa del Mondo di fioretto maschile della stagione inizia nel segno dell’Italia, che conquista due piazzamenti di valore sul podio grazie al secondo posto di Edoardo Luperi e al terzo di Alessio Foconi. Sulle pedane di Parigi Edoardo Luperi aveva fatto il suo esordio ieri, qualificandosi dopo la fase a gironi al tabellone principale di oggi. L’azzurro nella mattinata odierna ha battuto nettamente il coreano Jyae Gyu Chung 15-2, poi il giapponese Toshiya Saito 15-10 e l’americano Sidarth Kumbla 15-8. Ai quarti il fiorettista livornese ha proseguito il suo cammino vincente superando il francese Alexandre Sido col punteggio di 15-9 e l’americano Chase Emmer per 15-13. La finale lo ha visto sfidarsi col campione olimpico in carica Ka Long Cheung: il portacolori di Hong Kong è stato in vantaggio per tutto l’assalto, ma l’azzurro è stato in grado di tenergli testa fino al 15-12 che ha chiuso la gara. Terza piazza per il numero uno del ranking Alessio Foconi, che dall’altra parte del tabellone ha vinto 15-9 contro il francese Maxime Pauty e poi 15-10 contro l’altro transalpino Rafael Savin.
Nei 16 il ternano ha avuto la meglio 15-8 sul francese Tyvan Bibard e nell’assalto successivo è riuscito a recuperare dal 12-14 al 15-14 contro l’atleta di Hong Kong Chun Yin Ryan Choi. In semifinale è poi arrivata la sconfitta contro il vincitore di giornata Cheung, che gli ha comunque consentito di ottenere il terzo gradino del podio. Nella top 8 anche Daniele Garozzo, uscito ai quarti contro l’americano Chase Emmer. L’argento olimpico di Tokyo 2020 si è confermato ancora una volta tra i migliori interpreti del fioretto maschile internazionale e si è classificato al quinto posto. Domani sarà la giornata dedicata alla prova a squadre, in cui l’Italia scenderà in pedana con una formazione composta da Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Guillaume Bianchi e Tommaso Marini.
(ITALPRESS).